Agorà Scienze Biomediche

Anno di costituzione:
2002

Tipo di associazione:
Associazione di promozione sociale (APS regione Puglia n. 68 - 16 Aprile 2009)

Numero di soci:
30

Finanziamenti:
L’Associazione non riceve alcun finanziamento pubblico o privato; si sostiene coi contributi del 5 per mille, coi ricavi della partnership di Google e con la campagna delle uova di cioccolato.

Carattere no profit:
Tutte le attività (Scuola di Scienze Biomediche, ricerca, divulgazione scientifica, meeting scientifici, campagne di prevenzione e di sensibilizzazione…) vengono svolte a titolo gratuito!

Finalità
Formare giovani ricercatori in ambito biomedico. Si tratta di un sistema a flusso continuo (una sorta di vivaio di menti brillanti) che genera ogni anno nuovi talenti dotati di una grande passione per le scienze biomediche, di alta competenza professionale e (soprattutto) di uno straordinario profilo umano, morale e psicologico.
Il fine principale è quello di individuare le eccellenze del territorio, di offrire loro il contesto e gli strumenti necessari per coltivare e sviluppare le proprie potenzialità e di creare le condizioni ambientali tali da evitare la fuga delle risorse intellettive di eccellenze dal territorio. Il tutto all’insegna della gratuità, operando “in collaborazione” (affiancando) e non in sostituzione della scuola “ufficiale”.
L’idea futuristica è quella di trasformare l’attività di ricerca dei giovani talenti in un’impresa ad alto contenuto di conoscenze e competenze, in grado di proporre sul mercato prodotti, processi e servizi in ambito biomedico.
Un’impresa composta da 4 anime: una associativa (Agorà), una universitaria, una imprenditoriale e una politica.
La particolarità e l’eccezionalità dell’iniziativa risiederebbe nell’incubatore di 3 talenti a flusso continuo (Agorà), nella smisurata passione dei soggetti coinvolti e nella giovanissima età dei
ricercatori che, grazie all’avvio precoce del percorso formativo, permetterebbe di sfruttare pienamente l’entusiasmo e la propensione alla ricerca che, come noto, sono massimi intorno ai 20-35 anni e si affievoliscono progressivamente con l’età (nel contesto attuale, invece, mediamente, un ricercatore inizia a fare ricerca autonomamente, cioè sfruttando le proprie idee, solo dopo i 35 anni !).

Soggetti coinvolti
- Associazione Agorà Scienze Biomediche
- Università di Foggia
- ITES A. Fraccacreta di San Severo (FG)
- Numerose istituzioni scolastiche (ben 22 scuole convenzionate) del territorio (Foggia, San Severo, Sannicandro G., Torremaggiore, San Paolo, Apricena, Poggio Imperiale, Lesina, Lucera)
- Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) di San Giovanni Rotondo (FG)
- Rete dei Ricercatori (composta da professionisti di alto livello, che supportano gli allievi nello studio e nelle
esperienze formative extra).

Scuola di Scienze Biomediche
Ha due sedi: la sede di San Severo (FG) (presso l’ITES A. Fraccacreta) e la sede di Foggia (presso il Polo Biomedico della facoltà di Medicina e Chirurgia).
L’iniziativa interessa studenti che vanno dalla quinta elementare al biennio delle scuole superiori. Si tratta di un percorso formativo di
eccellenza in cui soggetti particolarmente dotati vengono seguiti, dall’età di 10 anni fino all’università (e anche dopo), ponendo loro
nelle condizioni di fare ricerca e pubblicare articoli scientifici prima ancora dell’ingresso all’università.
Il Corso di Scienze Biomediche si articola in tre tempi:
i primi sei anni sono di studio e formazione. In questo periodo gli studenti apprendono le materie del settore biomedico, raggiungendo un
livello universitario (e sostenendo esami universitari).
- Nei successivi tre anni (che corrispondono al triennio conclusivo delle scuole superiori) gli studenti vengono avviati all’attività di ricerca
scientifica e all’insegnamento delle nuove generazioni (peer education). Spesso riescono a pubblicare articoli scientifici prima ancora dell’ingresso all’università.
- Al termine di questo periodo, entrano a far parte dell’Etromapmacs Pole, un polo di ricerca nel settore biomedico, sotteso da alti principi
umanitari e scientifici. Il corso di Scienze Biomediche è gratuito !

Divulgazione scientifica
L’associazione Agorà ha realizzato di un canale Youtube di divulgazione scientifica che ha raggiunto circa 14.000.000 di visualizzazioni e 70.000 iscritti (per lo più studenti universitari), divenendo il primo canale nazionale di Biologia e Medicina e uno dei primi 5 canali educazionali italiani. Per questo motivo, ha ricevuto il conferimento della
partnership di YouTube da parte di Google.

Meeting scientifici e campagne di prevenzione e sensibilizzazione
L’associazione organizza frequentemente meeting scientifici e giornate di sensibilizzazione e di prevenzione (vedi meeting su Ricerca e sperimentazione scientifica col Prof. Silvio Garattini, Contest nazionale FAMELAB 2018 e 2019,Giornata della tiroide etc). Inoltre, l’associazione organizza incontri tematici nelle scuole per diffondere la cultura
scientifica e, soprattutto, per sensibilizzare le nuove generazioni all’approccio razionale.

Attività di ricerca
Una delle caratteristiche peculiari dell’Agorà è l’avvio precoce del percorso formativo (10 anni). Questo consente di sfruttare pienamente l’entusiasmo e la propensione alla ricerca che, come noto, sono massimi intorno ai 20-35 anni e si affievoliscono progressivamente con l’età (nel contesto attuale, invece, mediamente, un ricercatore inizia a fare ricerca autonomamente, cioè sfruttando le proprie idee, solo dopo i 35 anni !). I giovani ricercatori dell’Agorà iniziano a fare ricerca e arrivano a pubblicare articoli scientifici ancor prima dell’ingresso all’università.
Inoltre, è stata creata una “Rete dei ricercatori” (costituta da personaggi del mondo della Ricerca che lavorano in Italia o all’estero) che contribuisce a creare il contesto ambientale adeguato alla crescita e allo sviluppo delle potenzialità degli allievi del Corso di Scienze Biomediche. Nelle maglie della Rete i giovani ricercatori vengono accolti, crescono e si formano. In essa trovano supporto, stimoli adeguati, occasioni per esperienze arricchenti ed esempi necessari a crescita professionale matura, consapevole ed appassionata

Risultati e riconoscimenti
Diversi sono stati i risultati e i successi raggiunti da Agorà nel corso del tempo. Tra questi, i più importanti:
a) Realizzazione di un canale Youtube di divulgazione scientifica che ha raggiunto circa 14.000.000 di visualizzazioni e 70.000 iscritti (per lo più studenti universitari), divenendo il primo canale nazionale di Biologia e Medicina e uno dei primi 5 canali educazionali italiani. Per questo motivo, ha ricevuto il conferimento della partnership di
YouTube da parte di Google .
b) Premio europeo, per la sezione Medicina, nel concorso internazionale EUCYS (European Union Contest for Young Scientist – Varsavia 2014).
c) Premio nazionale (primi classificati) “I Giovani e le Scienze”, la più importante manifestazione per giovani scienziati promossa dalle istituzioni europee e organizzata dalla FAST (Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche), per ben due volte: 2014 e 2019.
d) Premio ``Travel Grant`` (per l'alto contenuto scientifico) + premio quale ``Miglior presentazione orale della sessione`` al congresso Europeo
di Gastroenterologia (UEG-Week - Berlino 12-16 Ottobre 2013). Il lavoro, accettato come comunicazione orale (!) viene presentato da ragazzi poco più che maggiorenni. Il relatore (Gaetano Pezzicoli, 20 anni) risulta essere il più giovane ``presenter`` nella storia dell'UEG.
e) Pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali da parte di autori di età compresa tra i 13 ed i 22 anni (non ancora laureati !).